Stampa

"Beweb", il portale dei beni ecclesiastici

on .

E' stato presentato il 22 novembre a Roma, nella sede di Radio Vaticana, “Beweb”. Il portale dei beni culturali ecclesiastici (www.chiesacattolica.it/beweb) è “alimentato” da 3.452.793 beni censiti. Sono intervenuti monsignor Mariano Crociata, segretario generale della Cei; monsignor Stefano Russo, direttore dell’Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici; don Gianmatteo Caputo, incaricato del patriarcato di Venezia per i beni culturali ecclesiastici. Il lavoro di censimento dei beni ecclesiastici in Rete è iniziato nel 1996, in accordo con il ministero per i Beni e le Attività culturali. “I gruppi di lavoro, in sintonia con l’Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici - spiega una nota della Cei -, hanno visto protagoniste le diocesi, le quali sono state sostenute in un impegno coerente di tutela, conservazione, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico, grazie alle opportunità offerte dall’ambiente digitale”. Beweb, che verrà sistematicamente aggiornato, permetterà “a tutti di accedere a informazioni sui beni mobili di valore storico e artistico afferenti alle diocesi italiane. Si va da inestimabili capolavori dell’arte - quali pale d’altare, ostensori, crocifissi, amboni marmorei e lignei - fino a semplici manufatti di carattere artigianale, riferiti in particolare a suppellettili sacre”. Grazie alla navigazione web, precisa la nota, “sarà possibile costruire diverse tipologie di percorsi, da quelli relativi a ricerche di carattere storico e artistico a quelli che fanno emergere la particolare identità di questi beni, strettamente connessi al vissuto di fede delle comunità cristiane”. Anche la nostra Diocesi ha partecipato al progetto schedando i numerosissimi beni della Diocesi e delle Parrocchie che è possibile visionare accedendo al portale nella sezione Diocesi di Teggiano-Policastro.
Stampa

Andate e fate discepoli tutti i popoli

on .

Affida ai giovani la responsabilità di essere «i primi missionari tra i coetanei», li incita ad avere «il coraggio di “partire” da se stessi per “andare” verso gli altri e guidarli all’incontro con Dio»: cosi Benedetto XVI nel messaggio per la Giornata Mondiale dei Giovani, in programma a Rio de Janeiro nel luglio 2013.
Per incentivare la partecipazione, la Presidenza della CEI ha deciso di assumersi il costo della quota d’iscrizione.
Le modalità saranno comunicate alle diocesi dal Servizio Nazionale per la pastorale giovanile.

Leggi il messaggio del Papa per la XXVIII Giornata Mondiale della Gioventù 

Visita il sito della GMG2013