Stampa

La Luce della pace

on .

In occasione dell'arrivo in Italia della Luce proveniente da Betlemme, la Parrocchia Ss. Giorgio e Nicola in Postiglione, organizza per domenica 22 dicembre la prima edizione di "Una Luce per la Pace".

La Luce sarà distribuita durante le Celebrazioni alle ore 11.00 nella Chiesa di San Giorgio, alle ore 16.30 nella Chiesa di Santa Maria e alle ore 18:30 nella Chiesa a Canneto.

Cos’è la Luce della Pace? Nella Chiesa della Natività a Betlemme vi è una lampada ad olio che arde perennemente da moltissimi secoli, alimentata dall’olio donato a turno da tutte le Nazioni cristiane della Terra. A Dicembre ogni anno da quella fiamma ne vengono accese altre e vengono diffuse su tutto il pianeta come simbolo di pace e fratellanza fra i popoli.

In allegato la locandina.

Stampa

Meditazioni sul Natale

on .

Giovedì 19 dicembre, nella Cattedrale di Teggiano, in occasione della novena in preparazione al Natale, il Vescovo P. Antonio De Luca, terrà una meditazione sul Natale.

Programma
Ore 17:30 Novena di Natale
Ore 18:00 Meditazione accompagnata dalla Musica dei MM° Francesca e Gaeta Apicella.

 
Testo delle Meditazioni per il Natale 2019 di Mons. Antonio De Luca

Stampa

Gli auguri dell'Ufficio per la pastorale della salute

on .

Cari amici, fratelli e sorelle ammalati, parenti e personale tutto, vi giunga affettuoso l’augurio Natalizio che annuncia questa verità: Dio sorprendentemente e infinitamente ci ama ed è venuto a farsi uno di noi per incontrarci ed abbracciarci come suoi figli. Non siamo più soli, non siamo mai abbandonati, anche se i compagni e gli amici ci possono lasciare.

Ma il Dio che ha tanto amato il mondo da dare il suo unico Figlio, che si è unito personalmente per sempre alla nostra natura di creature umane, non ci abbandona mai alle nostre tristezze e alla nostra inquietudine. Questa è la “buona notizia” che il Natale ci dona e che come cristiani dobbiamo annunciare fino agli estremi confini della terra iniziando dai nostri ambienti vitali. “Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia…” (Lc 2,10) ha detto l’angelo ai pastori.

Gioia per un fatto accaduto realmente, una nascita attesa, profetizzata, promessa… la nascita del Salvatore che ha cambiato la storia dell’umanità. L’augurio natalizio è allora questo: si aprano i nostri occhi, il nostro cuore e la nostra mente per ‘‘vedere’’ il Signore che nasce e riconoscerlo presente, vivo e operante. Si aprano i nostri occhi, il nostro cuore e la nostra mente per ‘‘vedere’’ anche noi stessi come figli nel Figlio, per riconoscere che la nascita di Gesù è l'inizio di una nuova vita per noi, una vita in cui non viene mai meno la luce e la speranza.

Accogliamo il forte richiamo che viene dal Natale: siamo chiamati a una più autentica umanità. Dobbiamo riscoprire i valori di stima, di rispetto, di dignità di ogni persona umana, se non vogliamo vivere in un mondo inaridito. Guardando quel bimbo che viene alla luce, ammiriamo e valorizziamo la maternità, così poco riconosciuta: è un dono per i genitori ed è un titolo di merito di fronte a questa nostra società con poche, pochissime culle. Dobbiamo riscoprire il valore delle buone relazioni che offrono all'uomo e alla donna la condizione più favorevole per uno sviluppo sereno, per una crescita senza traumi, senza ferite, senza lacerazioni.

Pensiamo in particolare ai “piccoli” verso cui siamo chiamati a rivolgere il nostro sguardo, così come rivolgiamo lo sguardo al bambino che nasce a Betlemme. Pensiamo agli anziani e agli ammalati, cuore della nostra azione pastorale e sanitaria. Pensiamo a chi con grandi sacrifici e con professionalità lavora in questi ambienti a cura e difesa della dignità di ogni persona umana. Possano tutti, in questo Natale, sperimentare, nei modi più diversi, la gioia della “buona notizia”.

Lasciamoci incontrare da Colui che è venuto a cercarci sino a farsi uomo: questo sia l’augurio che deve risuonare nel nostro cuore, nella nostra vita e nei nostri gesti quotidiani. Oggi lo porgiamo a ciascuno di voi attraverso la Vergine Santa, modello di coloro che da Dio attendono nella fiducia e nell’umiltà ogni bene e tutto il bene! Santo Natale e sereno inizio dell’Anno del Signore 2020.

Don Pasquale e Don Donato

Invitiamo tutti a partecipare all’ Eucaristia presieduta dal nostro Vescovo Antonio per gli Auguri Natalizi agli ammalati e al personale nei nostri ospedali:
Venerdì 20 dicembre ore 10:00 - Ospedale “L. Curto” di Polla;
Lunedì 23 dicembre ore 17:00 - Ospedale “Immacolata’’ di Sapri.

 

Stampa

Il Vescovo incontra le Istituzioni del territorio, il volontariato e la cooperazione sociale

on .

In occasione del Natale, martedì 17 dicembre alle ore 17:30 presso il Museo Diocesano "San Pietro" di Teggiano, il Vescovo Padre Antonio De Luca incontra i Sindaci e l’intero Consiglio comunale, il Parco Nazionale, le Comunità montane, le Istituzione scolastiche, le Forze dell'ordine, le Banche di Credito Cooperativo, il volontariato e la cooperazione sociale e tutte le forze della società civile.

All’incontro sarà presente il Prof. Guido Canavesi, Ordinario di Diritto del lavoro presso l’Università degli Studi di Macerata, che ci introdurrà nello stupore del Mistero del Natale. I suoi campi di ricerca sono il mercato del lavoro, in particolare dal punto di vista dell'applicazione del principio di sussidiarietà, delle politiche attive del lavoro e della tutela dei disabili, il lavoro associato, la previdenza sociale.

Scarica l'invito